I quasi 40 anni di pratica e ricerca sulla Motivational Interviewing hanno nel tempo affinato il metodo, creando un vero e proprio Modello Motivazionale di intervento, costituito dall'insieme dei principi guida, abilità relazionali, strumenti e strategie di ciò che in Italia è conosciuto come Counseling Motivazionale.

Questo "stile motivazionale" si è dimostrato utile agli operatori che gestiscono gli interventi residenziali per persone con problemi legati all'uso di sostanze per accrescere la capacità di comprendere le difficoltà che si presentano, migliorare la personalizzazione degli interventi, aumentare la collaborazione con gli ospiti ed affrontare in modo più efficace le situazioni di crisi. 

I quasi 40 anni di pratica e ricerca sulla Motivational Interviewing hanno nel tempo affinato il metodo, creando un vero e proprio Modello Motivazionale di intervento, costituito dall'insieme dei principi guida, abilità relazionali, strumenti e strategie di ciò che in Italia è conosciuto come Counseling Motivazionale.

Questo "stile motivazionale" si è dimostrato utile agli operatori che gestiscono gli interventi residenziali per persone con problemi legati all'uso di sostanze per accrescere la capacità di comprendere le difficoltà che si presentano, migliorare la personalizzazione degli interventi, aumentare la collaborazione con gli ospiti ed affrontare in modo più efficace le situazioni di crisi. 

I quasi 40 anni di pratica e ricerca sulla Motivational Interviewing hanno nel tempo affinato il metodo, creando un vero e proprio Modello Motivazionale di intervento, costituito dall'insieme dei principi guida, abilità relazionali, strumenti e strategie di ciò che in Italia è conosciuto come Counseling Motivazionale.

Questo "stile motivazionale" si è dimostrato utile agli operatori che gestiscono gli interventi residenziali per persone con problemi legati all'uso di sostanze per accrescere la capacità di comprendere le difficoltà che si presentano, migliorare la personalizzazione degli interventi, aumentare la collaborazione con gli ospiti ed affrontare in modo più efficace le situazioni di crisi. 

I quasi 40 anni di pratica e ricerca sulla Motivational Interviewing hanno nel tempo affinato il metodo, creando un vero e proprio Modello Motivazionale di intervento, costituito dall'insieme dei principi guida, abilità relazionali, strumenti e strategie di ciò che in Italia è conosciuto come Counseling Motivazionale.

Questo "stile motivazionale" si è dimostrato utile agli operatori che gestiscono gli interventi residenziali per persone con problemi legati all'uso di sostanze per accrescere la capacità di comprendere le difficoltà che si presentano, migliorare la personalizzazione degli interventi, aumentare la collaborazione con gli ospiti ed affrontare in modo più efficace le situazioni di crisi. 

Il Counseling Motivazionale è un insieme di principi guida, abilità relazionali, strumenti e strategie per condurre una relazione professionale di aiuto. La cornice teorica di riferimento è la Motivational Interviewing, come delineata a partire dai lavori di W.R. Miller e S. Rollnick negli anni '80. Gli autori lo definiscono: “Un metodo collaborativo, centrato sulla persona, orientato ad accrescere la motivazione intrinseca al cambiamento”.

Gli sviluppi della pratica e della ricerca sulla Motivational Interviewing ne hanno nel tempo affinato il metodo, creando un vero e proprio "Modello Motivazionale" di intervento che ne hanno consentito l’applicazione in tutti gli ambiti in cui è utile accrescere la motivazione ed accompagnare le persone in un cambiamento di un comportamento, atteggiamento e/o stile di vita.

Il Counseling Motivazionale è un insieme di principi guida, abilità relazionali, strumenti e strategie per condurre una relazione professionale di aiuto. La cornice teorica di riferimento è la Motivational Interviewing, come delineata a partire dai lavori di W.R. Miller e S. Rollnick negli anni '80. Gli autori lo definiscono: “Un metodo collaborativo, centrato sulla persona, orientato ad accrescere la motivazione intrinseca al cambiamento”. 

Gli sviluppi della pratica e della ricerca sulla Motivational Interviewing ne hanno nel tempo affinato il metodo, creando un vero e proprio "Modello Motivazionale" di intervento che ne hanno consentito l’applicazione in tutti gli ambiti in cui è utile accrescere la motivazione ed accompagnare le persone in un cambiamento di un comportamento, atteggiamento e/o stile di vita.

Il Counseling Motivazionale è un insieme di principi guida, abilità relazionali, strumenti e strategie per condurre una relazione professionale di aiuto. La cornice teorica di riferimento è la Motivational Interviewing, come delineata a partire dai lavori di W.R. Miller e S. Rollnick negli anni '80. Gli autori lo definiscono: “Un metodo collaborativo, centrato sulla persona, orientato ad accrescere la motivazione intrinseca al cambiamento”. 

Gli sviluppi della pratica e della ricerca sulla Motivational Interviewing hanno consentito nel tempo di creare un vero e proprio "Modello Motivazionale" di intervento che si è dimostrato utile nelle situazioni in cui è difficile instaurare una buona collaborazione con i pazienti, mantenere la continuità delle cure e la compliance alle terapie.

Negli interventi dei CSM e SerT con persone affette da Disturbi di Personalità uno stile motivazionale è utile per aumentare la collaborazione con i pazienti, migliorare la capacità di personalizzare gli interventi ed affrontare in modo più efficace le situazioni di crisi che si presentano.